Questo sito utilizza cookie tecnici, analytics e di terze parti.
Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie.

Preferenze cookies

Inaugurazione del 2023 – L’anno della celebrazione del 30mo anniversario delle relazioni diplomatiche tra l’Italia e Macedonia del Nord

L’Ambasciatore Andrea Silvestri ha organizzato un incontro di inizio anno presso la propria residenza a cui hanno partecipato il Primo Ministro Dimitar Kovachevski, assieme ai Vice Premier per gli affari economici Fatmir Bytyqi e a quello per il buon governo Slavica Grkovska, al Ministro della salute Bekim Sali, alla Governatrice Anita Angelovska-Bezoska e a esponenti delle Istituzioni economiche e culturali della Macedonia del Nord, come pure a rappresentanti delle associazioni italiane presenti nel Paese e del corpo diplomatico e delle Organizzazioni Internazionali.

Il 2023 sarà un anno particolare, ha osservato l’Ambasciatore – perché il 16 dicembre di questo anno ricorrerà il 30mo anniversario delle relazioni diplomatiche tra i nostri due Paesi. Un anniversario che intendiamo celebrare con una serie di eventi speciali, oltre a quelli tradizionalmente organizzati (settimane della lingua, del cinema, della cucina, Italian Design Day). Eventi che spazieranno dalla musica alla danza, dal teatro alle mostre, dalla cultura alla moda, ma includeranno anche appuntamenti economico-commerciali e iniziative dedicate ai temi emergenti di maggiore attualità. Il filo conduttore sarà l’autentica amicizia che da sempre contraddistingue le relazioni tra i Governi, le istituzioni e i popoli di Italia e Macedonia del Nord. Silvestri ha ricordato che la priorità attribuita alla regione dei Balcani occidentali è stata ribadita da subito a più riprese dal nuovo Governo guidato dal Presidente Meloni, e ne è prova la Conferenza organizzata dal Vice Premier Tajani la prossima settimana a Trieste. In questo quadro, si conferma la piena attenzione dell’Italia alla Macedonia del Nord, e il fermo sostegno all’integrazione europea del Paese e allo sviluppo delle relazioni bilaterali, anche attraverso nuove visite a livello politico, dopo la visita officiale del Presidente Mattarella lo scorso anno.

Il tutto, nel quadro di una cooperazione a tutto tondo, che già include numerosi partenariati nei campi di ambiente, agricoltura sostenibile, difesa e affari interni, stato di diritto, educazione, università, cultura ecc. Una collaborazione che si avvale anche dell’esistenza di una folta diaspora macedone in Italia e dell’Associazione Alumni promossa dalla Sede per non disperdere le esperienze dei numerosi cittadini macedoni che hanno studiato nei nostri Atenei. Insomma una relazione – ha concluso l’Ambasciatore – che si conferma sempre più importante, anche nell’attuale contesto di sfide – sia interne che esterne – che la Macedonia del Nord si trova ad affrontare, e che vedranno sempre l’Italia al suo fianco, anche nel suo percorso di euro-integrazione.

Un ruolo quello dell’Italia, pienamente riconosciuto anche dal Presidente del Governo Kovachevski. L’Italia è un nostro convinto partner e sostenitore – ha affermato il Premier – nei nostri processi di riforma e di euro-integrazione. La nostra lunghissima cooperazione – ha aggiunto – continuerà nella direzione di un miglioramento delle relazioni bilaterali tra i due Paesi. A questo proposito, Kovachevski ha infine espresso la propria sincera gratitudine per tutto quanto ha fatto e sta facendo l’Ambasciata, sotto la guida dell’Amb. Silvestri.