Questo sito utilizza cookies tecnici (necessari) e analitici.
Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie.

Nuova ordinanza del Ministro della Salute per il periodo 15-31 luglio.

Il Ministro della Salute italiano ha firmato oggi una nuova ordinanza (clicca per il testo) che introduce, fino al 31 luglio, alcune novità:

1. inclusione di Kosovo, Montenegro e Serbia nella lista di Paesi terzi dai quali e’ vietato l’ingresso in Italia (il divieto si estende a chiunque sia transitato o abbia soggiornato nei 14 giorni antecedenti nei Paesi di cui si tratta).
La lista completa dei Paesi e’ la seguente: Armenia, Bahrein, Bangladesh, Bosnia Erzegovina, Brasile, Cile, Kosovo, Kuwait, Macedonia del Nord, Moldova, Montenegro, Oman, Panama, Peru’, Repubblica Dominicana, Serbia.

Si ricorda che fanno eccezione al divieto solo i cittadini italiani e europei (UE, Schengen, UK, microstati europei) e i loro familiari conviventi (ascendenti e discendenti diretti, coniugi, partner stabili, parti di unione civile) con residenza anagrafica in Italia da data anteriore al 9 luglio. In ogni caso, per questi soggetti si applica l’obbligo di quarantena.

2. Sono state aggiunte altre due deroghe al divieto di ingresso indicato al punto 1:
– funzionari e agenti dell’Unione europea, di organizzazioni internazionali, personale delle missioni diplomatiche e dei consolati, personale militare nell’esercizio delle loro funzioni;
solo per Bosnia Erzegovina, Kosovo, Macedonia del Nord, Montenegro, Serbia: equipaggio e personale viaggiante dei mezzi di trasporto terrestre, esclusivamente per motivi di lavoro, solo per transito (massimo 36 ore) o breve permanenza in Italia (massimo 120 ore).

Tutte le altre regole restano invariate fino al 31 luglio.

3. La nuova lista completa di Paesi terzi i cui residenti possono liberamente entrare nel territorio nazionale, fermo restando l’obbligo di quarantena, e’ da oggi la seguente: Algeria, Australia, Canada, Georgia, Giappone, Marocco, Nuova Zelanda, Ruanda, Repubblica di Corea, Tailandia, Tunisia, Uruguay.

4. Tutti coloro che entrano in Italia devono compilare il modulo di autocertificazione. Sono esentati solo i transfrontalieri e i movimenti da e per San Marino e Vaticano.

Su questa stessa sezione si potranno trovare anche:

– il modulo di autodichiarazione (https://www.esteri.it/mae/resource/doc/2020/07/modulo_rientro_da_estero_16_07_2020.pdf);

– le informazioni aggiornate (https://www.esteri.it/mae/it/ministero/normativaonline/decreto-iorestoacasa-domande-frequenti/focus-cittadini-italiani-in-rientro-dall-estero-e-cittadini-stranieri-in-italia.html)