Questo sito usa cookie per fornirti un'esperienza migliore. Proseguendo la navigazione accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra OK

I rapporti bilaterali

 

I rapporti bilaterali

L’Italia è da sempre Paese sostenitore delle aspirazioni euro-atlantiche della Repubblica di Macedonia del Nord, che sostiene nei processi di riforma necessari a raggiungere tali obiettivi, anche attraverso un’attiva partecipazione in ambito IPA. Il sincero e deciso sostegno italiano è improntato alla collaborazione inter-istituzionale, al consolidamento democratico del Paese, e alle riforme strutturali - in particolare nel campo dello stato di diritto, dell’indipendenza e autonomia della magistratura, e della lotta alla corruzione ed alla criminalità organizzata.

Come noto, nel marzo del 2020 la Macedonia del Nord, a seguito della risoluzione della controversia esistente con la Repubblica Ellenica, ha realizzato uno dei suoi obiettivi strategici più importanti entrando a far parte della NATO. Resta tuttavia ancor oggi irrisolto il secondo obiettivo strategico della RNM, ovverossia l’ingresso nell’Unione Europea, posto che i negoziati di adesione vivono un momento di stallo a causa dell’opposizione della Bulgaria.

La Repubblica Italiana riconosce nella Macedonia del Nord uno Stato essenziale per la stabilità dei Balcani Occidentali, regione vicina all’Italia e con cui esistono vincoli storici, politici, sociali ed economici profondissimi. A livello UE, la posizione italiana è sempre stata chiara e a sostegno dell’obiettivo dell’euro-integrazione del Paese, come riconosciuto a più riprese dal partner macedone; anche nei momenti più difficili, infatti, l’Italia non ha mai ritirato il proprio sostegno, restando convinta della necessità di avviare quanto prima i negoziati di adesione.

Lo stato dei rapporti politici tra Italia e Macedonia del Nord è eccellente ed è andato intensificandosi negli ultimi anni. Ciò è dimostrato dalla frequenza e dall’alto numero di incontri e visite istituzionali avvenuti di recente. Solo per citarne alcuni: la visita a Skopje del Ministro dell’Interno Luciana Lamorgese, il 30 Novembre 2021, poi seguita dalla visita del Ministro dell’Interno della RMN Oliver Spasovski a Roma lo scorso 25 maggio a Roma. La visita del Ministro dell’Agricoltura della RMN Ljupcho Nikolovski al proprio omologo Stefano Patuanelli a Roma, nei giorni 28 e 29 aprile. La visita a Skopje del Presidente della Camera dei Deputati Roberto Fico, il 12 e 13 Aprile 2022, in occasione della quale si è incontrato con il suo omologo Talat Xhaferi. Infine, l’incontro tra il Presidente del Consiglio Mario Draghi e il Premier Dimitar Kovachevski, avvenuto a Roma il 24 maggio di quest’anno, che ha confermato le ottime relazioni tra i due Paesi e l’importanza che entrambi annettono alla promozione della stabilità e alla crescita nei Balcani occidentali e all’obiettivo dell’euro-integrazione della regione.

Si segnala, peraltro, che negli ultimi mesi sono stati siglati due memoranda bilaterali per il rafforzamento della cooperazione, rispettivamente in ambito agricolo e in materia di lotta al traffico di stupefacenti, che fanno seguito al memorandum di cooperazione siglato nel 2021 tra ANAC e la Commissione per la Prevenzione della Corruzione in RMN.


24