Questo sito usa cookie per fornirti un'esperienza migliore. Proseguendo la navigazione accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra OK

I rapporti bilaterali

 

I rapporti bilaterali

L’Italia è uno dei principali sostenitori delle aspirazioni europee ed euro-atlantiche della Macedonia del Nord e sostiene Skopje nei processi di riforma necessari a progredire verso questi fondamentali obiettivi. L’intervento italiano nel paese è improntato a favorirne la stabilizzazione interna e migliorarne l’immagine internazionale, sostenendo il consolidamento delle istituzioni democratiche e del settore economico-commerciale, e contribuendo alla riduzione del fenomeno della criminalità organizzata.

Lo stato dei rapporti politici tra Italia e Macedonia del Nord è in continuo miglioramento. Ciò è dimostrato dai numerosi incontri e visite istituzionali bilaterali che si sono susseguite nel corso degli ultimi anni. Da ultimo va segnalato l’incontro tra il Ministro Alfano e il suo omologo Dimitrov, avvenuto il 29 gennaio 2018 a latere della Conferenza di Roma contro l’Antisemitismo, organizzata dall’Italia nella sua qualità di Chairman di turno dell’OSCE. I due Ministri degli Esteri si erano già incontrati il 12 luglio scorso a margine del Vertice di Trieste, un summit a guida italiana che ha rilanciato con grande forza l’impegno europeo nei confronti dei Paesi dei Balcani Occidentali, con importanti risultati, tra l’altro, riguardanti specificamente la Macedonia del Nord. Da citare, tra i più recenti, anche l’incontro tra il Ministro dell’Interno Minniti e il suo omologo Spasovski il 24 ottobre scorso, in occasione della Conferenza conclusiva del Progetto IPA Balcani Occidentali “Lotta al crimine organizzato”, le numerose visite del Ministro Orlando a Skopje, finalizzate all’ampiamento della cooperazione giudiziaria, nonché l’incontro tra il Presidente Mattarella e il Presidente Ivanov a Roma nel novembre del 2015.

Italia e Macedonia del Nord dimostrano di voler proseguire in questo clima di positività e amicizia, sostenendosi reciprocamente, anche in virtù della forte presenza di una numerosa e ben integrata comunità di cittadini macedoni su suolo italiano.


24