Questo sito usa cookie per fornirti un'esperienza migliore. Proseguendo la navigazione accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra OK

Bando premi e contributi in favore delle traduzioni in lingua straniera di opere letterarie e scientifiche (anche su supporto digitale), produzione, doppiaggio o sottotitolatura in lingua straniera di cortometraggi, lungometraggi e serie televisive destinati ai mezzi di comunicazione di massa per il 2018.

Data:

28/03/2018


Bando premi e contributi in favore delle traduzioni in lingua straniera di opere letterarie e scientifiche (anche su supporto digitale), produzione, doppiaggio o sottotitolatura in lingua straniera di cortometraggi, lungometraggi e serie televisive destinati ai mezzi di comunicazione di massa per il 2018.

Si ricordano le indicazioni operative per la presentazione delle richieste finalizzate alla concessione di premi e contributi in favore delle traduzioni in lingua straniera di opere letterarie e scientifiche (anche su supporto digitale), produzione, doppiaggio o sottotitolatura in lingua straniera di cortometraggi, lungometraggi e serie televisive destinati ai mezzi di comunicazione di massa per il 2018.

Anche per l'edizione 2018 dei Premi e Contributi alla traduzione vengono indicate alcune aree e categorie prioritarie: Balcani, Mediterraneo, Cina; Paesi con i quali sono in vigore dei Protocolli Esecutivi di Accordi di Cooperazione Culturale; Paesi di lingua inglese, spagnola e cinese.

1. TIPOLOGIA DI INCENTIVI

Editori, traduttori, imprese di produzione, doppiaggio e sottotitolatura, imprese di distribuzione e istituzioni culturali ed internazionali, con sede sia in Italia che all'estero, possono presentare domanda per due tipologie di incentivo:

Contributi:

- incentivo alla futura traduzione in lingua straniera e divulgazione a mezzo pubblicazione (anche in formato digitale e-book) di opere letterarie e scientifiche italiane;

- produzione, doppiaggio o sottotitolatura in lingua straniera di cortometraggi, lungometraggi e di serie televisive destinati ai mezzi di comunicazione di massa.

Premi:

- incentivo a opere italiane (anche in formato digitale e-book ), ivi compresi cortometraggi e lungometraggi e di serie televisive destinati ai mezzi di comunicazione di massa, che siano state divulgate, tradotte, prodotte, doppiate, sottotitolate, in data non antecedente al 1° gennaio 2017.

2. MODALITA' E TEMPI DI PRESENTAZIONE DELLE RICHIESTE

Le domande dovranno essere presentate utilizzando l'apposito modulo (accluso al bando qui allegato), in italiano o in inglese.

Le richieste dovranno essere inviate all’Ambasciata ENTRO E NON OLTRE IL 31 MARZO 2018.

Alle domande di richiesta di CONTRIBUTO o di PREMIO e ai fini indispensabili alla loro ricevibilità, dovranno essere allegati tutti i documenti elencati nel predetto bando.

3. INAMMISSIBILITA'

Non sono ammesse richieste di contributi per opere già pubblicate, diffuse, tradotte o doppiate alla data di presentazione della richiesta o già pubblicate alla data di accoglimento della stessa.

Parimenti non sono ammissibili domande che richiedano un contributo pari o maggiore al costo del progetto. Il contributo MAECI inoltre non dovrà essere elemento vincolante ai fini della traduzione, la divulgazione, la produzione, la pubblicazione, il doppiaggio e la sottotitolatura dell'opera.

Non sono considerate ricevibili domande per opere che abbiano già concorso all'assegnazione di Premi o Contributi in altri esercizi finanziari, salvo i casi nei quali la Sede estera competente consideri di doverne proporre il riesame, giustificandolo con una modifica della situazione locale.

Non sono considerate ricevibili le domande presentate con modalità diverse da quelle previste dal bando, alle quali non sia allegata la completa documentazione richiesta, presentate attraverso un Modulo di domanda diverso da quello allegato al bando o non compilato in tutti i campi.

Il bando è già pubblicizzato sul sito Internet del MAECI, sul Portale della lingua italiana.

4. CRITERI DI ASSEGNAZIONE DEI PREMI E CONTRIBUTI

Le domande trasmesse dalle Sedi all'estero verranno esaminate e valutate dal Gruppo di Lavoro consultivo per la promozione della cultura e della lingua italiana all'estero - sezione editoria, istituito con D.M. 3513/4165 del 4 agosto 2014 presso la Direzione Generale per il Sistema Paese del MAECI.

5. PROCEDURE DI LIQUIDAZIONE DEI CONTRIBUTI O PREMI CONCESSI

L'erogazione dei Premi concessi sarà predisposta entro trenta giorni dalla registrazione del decreto d'assegnazione di premi e contributi.

Per quanto riguarda i Contributi concessi, ai fini del pagamento degli stessi, l’Ambasciata dovrà acquisire dai beneficiari e inviare all'Ufficio VII DGSP i seguenti documenti:

- copia della prima e quarta pagina di copertina del libro tradotto e pubblicato;

- copia della pagina in cui sia indicato in lingua locale ed in italiano :"questo libro è stato tradotto grazie ad un contributo alla traduzione assegnato dal Ministero degli Affari Esteri e della Cooperazione Internazionale italiano" ovvero altre espressioni di riconoscimento equivalenti. Per le altre tipologie di opere per le quali si è presentata richiesta di contributo occorre inviare un'attestazione dalla quale risulti che la stessa dicitura è stata inserita nell'opera e che appaia al pubblico nel momento della sua diffusione (ad esempio riproduzione fotografica o breve video del fotogramma con la suddetta dicitura nel caso di doppiaggio o sottotitolatura).

- estremi del conto corrente (dell'Ambasciata) presso il quale l'Ufficio VII DGSP dovrà effettuare il versamento del contributo per il successivo inoltro al beneficiario;

- Dichiarazione di conformità agli originali, firmata digitalmente dal Capo della Rappresentanza Diplomatica.

L'erogazione del contributo verrà effettuata a mezzo mandato di pagamento emesso in favore dell’Ambasciata per il successivo trasferimento al beneficiario.

N.B.: Secondo quanto previsto dal D.M. 159/2014, i contributi concessi sono revocati "se le opere non sono divulgate, tradotte, prodotte, doppiate o sottotitolate entro 3 anni dalla data in cui i beneficiari sono venuti a conoscenza dell'avvenuta concessione". Si considererà come data di riferimento quella in cui il MAECI ha comunicato formalmente alla Sede all'estero la concessione del Contributo.

7. VERIFICHE SUCCESSIVE RIGUARDANTI L'EFFICACIA DEGLI INCENTIVI CONCESSI

Si ricorda che, secondo quanto previsto dall'art. 6 del Regolamento (D.M. n. 593/95 e D.M. 159/2014, modificativo del precedente), l’Ambasciata presso cui sono accreditati gli ordinativi in favore dei beneficiari, devono provvedere a redigere e trasmettere - nei sei mesi dalla conclusione dell'anno in cui e' stato versato il premio o il contributo - una relazione sull'utilizzazione dell'incentivo concesso, anche in rapporto alla situazione relativa alla diffusione della cultura italiana nel territorio di competenza.

L’Ambasciata è a disposizione per ogni ulteriore informazione o chiarimento.


265