Questo sito usa cookie per fornirti un'esperienza migliore. Proseguendo la navigazione accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra OK

Nuove misure restrittive decise dal Governo macedone in relazione all'emergenza virus COVID-19

Data:

13/03/2020


Nuove misure restrittive decise dal Governo macedone in relazione all'emergenza virus COVID-19

Il Governo della Macedonia del Nord, nella seduta del 12 marzo, ha adottato nuove misure restrittive e preventive per il controllo della diffusione del virus COVID-19. Il testo della decisione del Governo (pubblicato oggi 13 marzo) è allegato (traduzione in italiano di cortesia). Tra le misure più rilevanti e di nuova applicazione (rispetto a quelle già comunicate nei giorni scorsi e che l’ultimo provvedimento ribadisce), si segnala innanzitutto:

Ø il divieto all’ingresso in Macedonia del Nord dei cittadini stranieri provenienti dai Paesi a medio e alto rischio - secondo la lista ufficiale dell’OMS - e quindi anche dall’Italia (punto 14 della decisione). Il provvedimento specifica anche che, nel caso in cui un viaggiatore proveniente da tali Paesi dovesse comunque presentarsi ai valichi di frontiera con la Macedonia del Nord, gli sarà imposto l’autoisolamento domiciliare (punto 15; si precisa che il rispetto di questa misura è monitorato dalla polizia, come si è potuto constatare in questi giorni).

Con rilevanza essenzialmente interna, invece, si segnalano altresì:
· il divieto degli assembramenti e degli eventi organizzati (punto 5);
· la chiusura di palestre, piscine, centri sportivi e la cancellazione degli eventi sportivi (punti 6, 7 e 8);
· la chiusura di bar e ristoranti dopo le 18 (e fino alle 07.00 del giorno successivo) e il mantenimento della distanza di sicurezza nei locali pubblici (punto 9);
· il divieto all’organizzazione di riunioni ed eventi per le amministrazioni pubbliche (punto 10).

Il Governo ha inoltre deciso l'obbligo per i residenti a Debar e Centar Zhupa (luoghi dove si sono verificati casi di positivita' al virus COVID-19) di non lasciare, per 30 giorni, le rispettive cittadine.

Si raccomanda il rigoroso rispetto delle misure decise dalle Autorita'.


403